Fax +39 06 6872597. – PERCENTUALE INVALIDITÀ CIVILE: 100%, cioè è riconosciuta la totale e permanente inabilità – ETÀ: compresa fra i 18 e i 65 anni e 7 mesi – RISPETTO DEL LIMITE DI REDDITO FISSATO – cittadinanza italiana; o iscrizione all’anagrafe del comune di residenza per i cittadini stranieri comunitari; o titolarità del permesso di soggiorno di almeno un anno di cui all’art. In ossequio a t… I primi di marzo compirò 65 anni. temscope itemtype="http://schema.org/WebSite">, Buongiorno, chiedo cortesemente se può rispondere a un mio dubbio. La pensione di invalidità civile spetta per redditi inferiori a 16.847,67 euro annui. Devi essere connesso per inviare un commento. Il beneficio viene riconosciuto a decorrere dal primo giorno del mese successivo a quello della richiesta e comunque non potrà essere anteriore al 1° agosto 2020. Novità sul fronte invalidità civile: a partire dal 1° gennaio 2019 il requisito anagrafico minimo previsto per il conseguimento dell’assegno sociale sostitutivo della pensione d’inabilità civile viene innalzato di 5 mesi, passando da 66 anni e 7 mesi previsti per il 2018 ai 67 anni. Aumento pensioni di invalidità. These cookies will be stored in your browser only with your consent. If you are at an office or shared network, you can ask the network administrator to run a scan across the network looking for misconfigured or infected devices. Pertanto l’aumento spetterà sulle pensioni invalidi civili sarà a partire dai 18 anni e non più dai 60. Movimento Italiano Disabili 2017 Tutti i diritti riservati, "Questo sito utilizza i cookie. Performance & security by Cloudflare, Please complete the security check to access. Per valutare i requisiti reddituali, vengono prese in considerazione i redditi di qualisiasi tipo: ad esempio quelli assoggetati a IRPEF oppure esenti e tassati alla fonte, sia del titolare che del coniuge. Pubblicata inoltre dall'Agenzia delle Entrate la nuova guida agevolazioni disabili legge 104. Nella Gazzetta Ufficiale (Serie Speciale - Corte Costituzionale) n. 30 del 22 luglio 2020 è stata pubblicata la storica Sentenza 152, in cui la Corte Costituzionale dichiara l’illegittimità costituzionale dell’articolo 38, comma 4, della legge 28 dicembre 2001, n. 448, nella parte in cui, con riferimento agli invalidi civili totali, dispone che gli aumenti previsti (il famoso aumento ad un milione di lire) sono concessi «ai soggetti di età pari o superiore a sessanta anni» anziché «ai soggetti di età superiore a diciotto anni». Grazie. If you are at an office or shared network, you can ask the network administrator to run a scan across the network looking for misconfigured or infected devices. Nel 2020, l'incremento della maggiorazione sociale che spetta ai pensionati invalidi civili al 100% a partire dai 60 anni di età è di massimo 651,51 euro, per 13 mensilità per chi ha un reddito personale entro gli 8.469,63 euro per il pensionato solo e massimo 14.447,42 euro per il reddito del pensionato se coniugato, quindi cumulato con quello del coniuge. Necessary cookies are absolutely essential for the website to function properly. Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Sulla circolare infatti viene ribadito che: "A decorrere dal 20 luglio 2020, agli invalidi civili totali, ciechi assoluti e sordi titolari di pensione di inabilità è riconosciuta d’ufficio una maggiorazione economica tale da garantire un reddito complessivo pari, per il 2020, a 651,51 euro per tredici mensilità.". *** Incremento della pensione d'invalidità, circolare INPS: con la circolare n.107 del 23 settembre 2020 l'INPS ha finalmente dato il via all'incremento al milione a partire dal diciottesimo anno di età per gli invalidi civili totali, sordi o ciechi assoluti titolari di pensione o titolari di pensione di inabilità. 19 della legge 118/71 che definisce tale trasformazione come automatica: l’assegno mensile e pensione di inabilità diventano assegno sociale per tutti i soggetti che erano titolari precedentemente della provvidenza economica assistenziale. Quando la pensione di invalidità può trasformarsi in pensione di vecchiaia e per chi vale questa possibilità: modalità e vantaggi. La pensione in questione viene erogata dal primo giorno del mese successivo a quello della domanda fino al compimento, da parte del beneficiario dei 65 anni e 7 mesi, quando la pensione di inabilità si trasforma in assegno sociale, corrisposto per 13 mensilità con importo mensile fissato anno per anno. – assegno sociale (di cui all’articolo 3, commi 6 e 7, della legge 8 agosto 1995, n. 335), – assegno sociale sostitutivo della pensione d’inabilità civile (di cui all’articolo 19 della legge 30 marzo 1971, n.118), – assegno mensile di assistenza agli invalidi parziali (di cui all’articolo 19 della legge 30 marzo 1971, n.118), – assegno sociale sostitutivo della pensione non reversibile ai sordi (di cui all’articolo 10 della legge 26 maggio 1970, n. 381). Cloudflare Ray ID: 5f3f9d3e5c720c91 In passato si è posta la questione se per il diritto alla trasformazione della prestazione fosse necessario guardare ai requisiti reddituali previsti per il conseguimento dell'assegno sociale, che com'è noto, sono molto più stringentirispetto a quelli richiesti per le provvidenze economiche riconosciute agli invalidi civili, oppure se si dovesse continuare ad applicare la normativa, piu' favorevole, per gli invalidi civili. L’aumento della pensione di invalidità è stato finalmente confermato dalla circolare INPS del 23 settembre 2020. *** Ufficiale l'aumento della pensione di invalidità: Confermato l'aumento dell'assegno per gli invalidi civili totali che scatterrà a partire dai 18 anni e non più dai 60 come previsto finora dalla legge. Sicuramente si dovranno attendere la nuova Legge di Bilancio 2021 ed il Recovery Fund. Poco più di 280 euro mensili non permettono, come si legge anche nella sentenza, a garantire il soddisfacimento di bisogni elementari comuni a tutti, come alimentarsi, vestirsi e anche pagare l’affitto di un’abitazione. La Pensione di Invalidità Civile 2017 è una prestazione economica erogata dall’Ente di previdenza che consiste in un assegno mensile destinato ai cittadini che presenteranno domanda e che risultino affetti da patologie congenite o acquisite tali da non consentire lo svolgimento di attività lavorativa e quindi il sostentamento dell’individuo stesso. This website uses cookies to improve your experience while you navigate through the website. Nella nota si legge infatti che: con la prossima rata di novembre 2020l’Inps provvederà a mettere in pagamento la maggiorazione sociale in favore dei soggetti titolari di pensione per invalido civile totale al 100%, pensione per i sordi, pensione per i ciechi civili assoluti e dei titolari di pensione di inabilità ex lege 222/1984. • La pensione di inabilità viene concessa alle persone cui sia stata riconosciuta una percentuale di invalidità del 100% in età compresa tra i 18 e i 65 anni e 7 mesi. Se invece i redditi posseduti dovessero risultare inferiori a questo limite, l’incremento è corrisposto in misura tale da non comportare il superamento. Un lettore scrive per chiedere: Sono invalido 100% e ho 68 anni, percepisco solo assegno sociale di € 458.00 (+ pensione di cittadinanza), volevo sapere se mi spetta qualche aumento. Per cui se l'accesso al beneficio comporta il raggiungimento del limite del reddito cumulato, uno dei coniugi non può usufruirne. incremento al milione)" sempre che sussistano i requisiti di età anagrafica e reddito, sia personale che cumulato. Sulla circolare viene specificato che "considerato che l’articolo 38, comma 4, della legge n. 448/2001 prevede l’applicazione dell’incremento di cui all’articolo 38, comma 1, alla maggiorazione di cui alla legge n.544/1988 che, ai sensi dell’articolo 1, comma 10, della medesima legge, può essere riconosciuta solo a domanda, gli interessati di età inferiore ai sessanta anni, ricorrendo i prescritti requisiti, devono presentare istanza per ottenere congiuntamente la maggiorazione e il relativo incremento, secondo le consuete modalità.". A partire dal 2018 è stato innalzato di un ulteriore anno, portandolo a 66 anni e 7 mesi. CASI PARTICOLARI – Coloro i quali compiono l’età prevista dalla normativa attualmente vigente (66 anni e 7 mesi) entro il 31 dicembre 2018, a prescindere dalla data di presentazione dell’istanza di assegno sociale, sono da considerare “ultrassessantacinquenni”. It is mandatory to procure user consent prior to running these cookies on your website. La trasformazione é automatica, quindi non devi fare nessuna nuova domanda all’INPS: semplicemente a partire da quell’età riceverai l’assegno sociale e non più … L’assegno sociale è un sussidio economico destinato alle persone che hanno redditi inferiori alle soglie minime definite dalla legge. e Pensione Inabilità lavorativa totale, a chi spetta e come chiederla, Per dubbi e domande contattami: [email protected]. Nel decreto Agosto viene, inoltre, aumentato ulteriormente il Fondo. Il Parlamento ha previsto, nel momento della conversione in legge del decreto Rilancio, un fondo "con una dotazione iniziale pari a 46 milioni di euro per l’anno 2020" destinato proprio a ottemperare "alla sentenza della Corte costituzionale, in favore degli invalidi civili totali, indipendentemente dal requisito dell’età pari o superiore a sessanta anni previsto dal comma 4 del medesimo articolo 38.” Ora tale Fondo aumenta ulteriormente con il decreto Agosto 2020. If you are on a personal connection, like at home, you can run an anti-virus scan on your device to make sure it is not infected with malware. 50&PiùEnascoIstituto di Patronato e di Assistenza Sociale Roma, Via del Melangolo, 26 - 00186 Chiarito che, uno dei requisiti per il conseguimento dell’assegno sociale sostitutivo è che il soggetto risulti titolare di una prestazione di invalidità civile (es. Invece, il caso nel quale venga riconosciuta l’invalidità civile successivamente il compimento dei 65 anni, è diverso. Il requisito contributivo, invece, è per entrambi di 20 anni (con la possibilità, qualora ne sussistano i requisiti, di scendere a 15 anni per coloro che rientrano nelle deroghe Amato). Un modo per semplificare le misure assistenziali previste dal welfare, unificando in un’unica forma (l’assegno sociale appunto) le diverse forme di sussidio previste. pensione d'invalidità civile requisiti di età: il riconoscimento dell’assegno di invalidità è riconosciuto dai 18 anni ai 67 anni, in quanto per i minori e over 67 vi sono altri tipi di prestazioni specifiche. Infatti per poter beneficiare di questa forma di sostegno è necessario non superare un determinato reddito personale che fa riferimento al solo titolare della pensione e non al coniuge. • Per quanto riguarda i titolari di pensione di inabilità di cui alle legge 12 giugno 1984, n.222, dovranno invece presentare apposita domanda all'INPS per ottenere maggiorazione e incremento. Assegno di invalidità 2016: quando è cumulabile con redditi da lavoro? But opting out of some of these cookies may have an effect on your browsing experience. L’ incremento fino a 651,51 euro per 13 mensilità (il cosiddetto «incremento al milione»), riconosciuto dalla legge n. 448/2001 per i soggetti con più di 60 anni di età con il decreto legge n. 104 del 14 agosto 2020 è stato esteso ai soggetti riconosciuti invalidi civili totali, sordi o ciechi civili assoluti a partire dai 18 anni di età. • Pensioni invalidità, in arrivo assegno da 2.000 euro, Pensioni invalidità civile: aumenti e data di pagamento, Pensioni invalidità civile: aumenti fino a 651 euro al mese al via. – pensione dei ciechi parziali La circolare INPS spiega che "in forza all'articolo 38, comma 4 della legge n.448/2001 come modificato dall'articolo 15 del decreto legge n.104/2020", i titolari di pensione di inabilità ai sensi della legge n.222/1984 articolo 2 di età superiore ai 18 anni è riconosciuto un incremento per tredici mensilità della misura della maggiorazione sociale di cui all'articolo 1 della legge 29 dicembre 1988, n.544 "fino a garantire un reddito mensile proprio pari a 516,46 euro al mese (c.d. 1970, n. 381. In questo caso, anche se l’interessato soddisfa tutti i requisiti per la concessione dell’invalidità civile, si pone il problema se gli possa essere riconosciuto il diritto all’assegno sociale sostitutivo, in quanto la decorrenza del trattamento è differita dalla legge al primo giorno del mese successivo alla domanda amministrativa. You may need to download version 2.0 now from the Chrome Web Store. Ad esempio, ai fini dell’erogazione dell’assegno sociale viene considerato solo il reddito personale del richiedente, anche se è sposato. La norma è retroattiva dal 20 luglio. La sua erogazione non è automatica: gli interessati che vogliono ottenere il sussidio devono presentare un’apposita domanda. Il meccanismo di ricalcolo è spiegato nel dettaglio nella Circolare INPS 147/2019, tabella M5 Allegato 2. Ne consegue che tali soggetti: a) qualora presentino la domanda di assegno sociale successivamente al 1° gennaio 2019, saranno ritenuti titolari del requisito anagrafico pur non avendo ancora compiuto i 67 anni previsti a partire dal 2019; b) qualora richiedano il riconoscimento dell’invalidità civile nel corso del 2019 prima di avere compiuto 67 anni, in caso di accoglimento della domanda conseguiranno comunque la condizione di invalidi “ultrasessantacinquenni”, per cui sarà preclusa la possibilità di richiedere la pensione di inabilità o l’assegno mensile di assistenza di cui agli articoli 12 e 13 della legge 30 marzo 1971, n. 118, nonché la pensione ai sordi di cui all’articolo 1 della legge 26 maggio Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o semplicemente navigando nel sito, come anche cliccando su qualsiasi link in esso contenuto, si accetta l'uso dei cookie.". Pensione d’invalidità civile dopo i 67 anni. assegno mensile o pensione di inabilità civile) all’età di 65 anni, (67 anni nel 2019), che la trasformazione opera d’ufficio da parte dell’Inps, senza che l’invalido debba produrre alcuna domanda, cosa accade se l’invalido fa domanda per la concessione … Dal 2001 ad oggi 2020, i due limiti originari di 516,46 euro e di 6.713,98 euro sono stati via via incrementati. Tel +39 06 688831 Completing the CAPTCHA proves you are a human and gives you temporary access to the web property. All’articolo 38 era previsto proprio l’aumento (fino 516,46 euro minimo per tutti) per gli over 70 anni scendendo a 60 anni nel caso il cui il pensionato sia stato invalido civile, cieco civile, sordo ma ponendo il limite reddituale 6.713,98 euro annui. In modo analogo fa lo stesso l’art. La trasformazione é automatica, quindi non devi fare nessuna nuova domanda all’INPS: semplicemente a partire da quell’età riceverai l’assegno sociale e non più quello di invalidità. Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti. LA PENSIONE DAI 18 AI 67 ANNI – Per effetto dei questo innalzamento del requisito anagrafico, a decorrere dal prossimo 1 gennaio la pensione d’inabilità civile e l’assegno mensile di assistenza agli invalidi parziali e la pensione non reversibile ai sordi saranno concesse, a seguito del riconoscimento del requisito sanitario e sussistendo le altre condizioni socio-economiche previste, ai soggetti d’età non inferiore al diciottesimo anno e fino al compimento del sessantasettesimo. Il passaggio è automatico, ma cosa accade se non è stato pagato nessun rateo di invalidità civile? Se invece il limite non viene raggiunto, l'importo da corrispondere al coniuge deve comunque tener conto del redidto cumulato con l'aumento già riconosciuto all'altro. Your IP: 116.202.222.111 Questa è la domanda che in molti si stanno ponendo. La prestazione è compatibile anche con le prestazioni erogate a titolo di invalidità di guerra, di lavoro e di servizio e con eventuale attività lavorativa. Another way to prevent getting this page in the future is to use Privacy Pass. Pensione Inabilità lavorativa totale, a chi spetta e come chiederla, Chi può andare in pensione a 61 anni (56 anni per le donne), Invalidità INPS: ecco il nuovo servizio QR Code, Pensioni di novembre: come calcolare quanto ti spetta di aumento, Assegno ordinario d’invalidità 2016: requisiti medici e contributivi. La pensione di inabilità viene concessa alle persone cui sia stata riconosciuta una percentuale di invalidità del 100% in età compresa tra i 18 e i 65 anni e 7 mesi. La data di pagamento dell'aumento delle pensioni di invalidità civile 2020 è stata ufficializzata da una Nota INPS. pensione di invalidità civile requisiti di reddito: l’assegno di invalidità spetta in misura proporzionale ai limiti di … You also have the option to opt-out of these cookies. Il ministero del Lavoro e l'Inps hanno optato, opportunamente, per questa seconda strada. Si tratta di un sussidio erogato dall’Inps, per 13 mensilità a persone in stato di bisogno economico e proprio per questo motivo si basa sui redditi personali del beneficiario. L’ISEE è quasi 0, non ho redditi e non possiedo alcun genere di … L'aumento dell'importo però  spetta solo alle persone riconosciute “invalidi civili al 100%” al di sopra dei 18 anni di età, che siano totalmente escluse dal mondo del lavoro, ma con un limite di reddito ben inferiore. Nel decreto Agosto dal titolo Modifiche all’articolo 38 della legge n. 448 del 2001 è scritto quanto segue: L'incremento è stato concesso perché la somma di 286, 81 euro, inizialmente prevista per gli assegni della pensione d'invalidità, è stata dichiarata “insufficiente” dalla Corte Costituzionale, con sentenza pubblicata in Gazzetta Ufficiale lo scorso 22 luglio 2020. I giudici hanno paragonato la pensione d'invalidità ad altre forme assistenziali, come ad esempio l'assegno sociale per gli ultasessantasettenni, pari a 459,83 euro mensili; o ancora al reddito di cittadinanza, che corrisponde a 500 euro mensili (più 280 euro per voci accessorie). Lo ha reso noto l’INPS con il messaggio n. 4570 del 2018. These cookies do not store any personal information. Con la sentenza n.152 del 23 giugno 2020, la Corte Costituzionale ha stabilito che "l’importo mensile della pensione di inabilità, di attuali euro 286,81 è innegabilmente, e manifestamente, insufficiente ad assicurare agli interessati il minimo vitale". Anche l’assegno di invalidità civile è legato all’assegno sociale, infatti al compimento dei 65 anni di età (67 anni dal 2019), i sussidi assistenziali erogati per gli invalidi civili (totali e parziali) sono trasformati in assegno sociale. Vediamo chi riguarda questa novità, e cosa bisogna fare. If you are on a personal connection, like at home, you can run an anti-virus scan on your device to make sure it is not infected with malware. This category only includes cookies that ensures basic functionalities and security features of the website. Ricordiamo che al compimento dei “65esimo anno” (in realtà negli anni già rimodulato al rialzo, ndr) la pensione o l’assegno mensile erogati agli invalidi civili totali o parziali, come pure la pensione per i sordi civili, si trasforma in assegno sociale. A seguito degli adeguamenti del 2013 e del 2016, tale requisito anagrafico è stato innalzato prima a 65 anni e 3 mesi e, successivamente, a 65 anni e 7 mesi.