août 1986. Il chiostro grande godendo di maggiori investimenti per le restaurazioni, fu completamente trasformato da Domenico Antonio Vaccaro che mantenne la struttura gotica ridisegnando solo il giardino rustico decorato da preziose "riggiole" maiolicate di Donato e Giuseppe Massa[2] che riprendono paesaggi e scene bucoliche napoletane. Napoli - Naples: Chiostro S. Chiara (1739-1742) - Famous, splendid Cloister, fully decorated with polychrome majolica of rural scenes. È il chiostro maiolicato che troverete all'interno del Monastero di Santa Chiara.. Il Chiostro Maiolicato delle Clarisse è di origine trecentesca ma fu ma modificato nel corso del settecento da Domenico Antonio Vaccaro che rivestì la struttura e pilastri con oltre 30.000 maoliche policrome che lo han reso celebre in tutto il mondo. La bellissima chiesa del Gesù nuovo a Napoli, nasconde interessanti segreti, © Copyright 2020 Mondadori Media S.p.a. - via Bianca di Savoia 12 - 20122 Milano - P. IVA 08009080964 - riproduzione riservata. È il chiostro maiolicato che troverete all'interno del Monastero di Santa Chiara. Il Chiostro del monastero ha subìto nel corso dei secoli varie trasformazioni. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 30 giu 2019 alle 09:06. Tuttavia, seppur le suore disponevano di una ingente somma di denaro, per i lavori di ristrutturazione queste chiesero ulteriori aiuti anche alla regina Maria Amalia di Sassonia, moglie di Carlo III di Borbone. Le maioliche prensentano decorazioni che riprendono gli viti, fiori e campi e rappresentazioni di scene agresti e mitilogiche. Chiostro Maiolicato di Santa Chiara Napoli E' il chiostro di Santa Chiara 1, a Spaccanapoli, dovuto ai fratelli Donato e Giuseppe Massa 2 con accesso dalla scala regia come voluto dall'architetto che lo ha ideato e realizzato. Il chiostro (82,3 × 78,3 m)[1] vede lungo il porticato 72 pilastri di varia grandezza e di forma ottagonale sormontati da archi a sesto acuto con volte a crociera, di cui 17 al lato nord e 16 lungo i restanti lati. Il Chiostro Maiolicato delle Clarisse è di origine trecentesca ma fu ma modificato nel corso del settecento da Domenico Antonio Vaccaro che rivestì la struttura e pilastri con oltre 30.000 maoliche policrome che lo han reso celebre in tutto il mondo. Dopo la seconda guerra mondiale, a causa degli ingenti danni subiti dal monastero, molti documenti storici relativi al complesso religioso furono andati perduti, non potendo così fornire alcuna informazione circa gli affreschi trecenteschi prima e seicenteschi poi che caratterizzano le pareti del porticato. I viali che dividono il giardino sono fiancheggiati da sedili e colonne rivestiti anch'essi da maioliche con Paesaggi, Scene campestri, Mascherate, Scene mitologiche[2] ed infine, tra gli aspetti più interessanti del chiostro, con le scene di vita quotidiana della Napoli del Sei e Settecento che raccontano cosa succedeva all'esterno del complesso attraverso rappresentazioni della città e le sue allegorie che comunque rimandano ai quattro elementi: terra, aria, fuoco e acqua. ... Dieci anni dopo la chiesa fu riaperta al culto. È formato da due viali che, incrociandosi dividono il giardino in quattro settori. Nel ventre della città di Napoli si nasconde un'oasi di pace. Le maioliche rappresentano scene agresti e mitologiche e sono opera dei napoletani Giuseppe e Donato Massa del 1742 e del noto ceramista Francesco Antonio Grue. Le opzioni per raggiungere il Monastero di Santa Chiara sono diverse. Chiostro maiolicato di Santa Chiara, Napoli. Il chiostro maiolicato o il chiostro delle Clarisse è uno dei quattro chiostri monumentali del monastero di Santa Chiara di Napoli, tra le architetture ed espressioni artistiche più celebri e note della città. Napoli, Chiostro maiolicato di Santa Chiara. Voce principale: Chiostri di Santa Chiara. La sua costruzione ebbe inizio nel 1310, per volontà del re Roberto d’Angiò e di sua moglie Sancia di Maiorca. Il chiostro delle Clarisse, è uno dei quattro chiostri monumentali del Monastero di Santa Chiara di Napoli. - Il famosissimo, eccezionale Chiostro "maiolicato" all'interno del complesso monastico di S. Chiara del XIV sec. This site uses cookies to improve your experience and to help show ads that are more relevant to your interests. The courtyard dates from the second half of the eighteenth century and is created by Antonnio Domenico Vaccaro, who was responsible, at that time, for general reconstruction of the monastery. .mw-parser-output .geo-default,.mw-parser-output .geo-dms,.mw-parser-output .geo-dec{display:inline}.mw-parser-output .geo-nondefault,.mw-parser-output .geo-multi-punct{display:none}.mw-parser-output .latitude,.mw-parser-output .longitude{white-space:nowrap}.mw-parser-output .geo{}body.skin-vector .mw-parser-output #coordinates{font-size:85%;line-height:1.5em;position:absolute;right:0;top:0;white-space:nowrap}Coordinate: 40°50′45.81″N 14°15′11.22″E / 40.846058°N 14.253117°E40.846058; 14.253117. I due sovrani dotarono la città di Napoli di numerose chiese e conventi e desideravano una cappella di corte degna del loro rango da dedicare al Santissimo Sacramento, con accanto un convento francescano per accogliere i frati che si occupavano delle funzioni liturgiche e un monastero per l’Ordine di clausura … Il chiostro è interrato un piano sotto rispetto ai portici ed un parapetto decorato di, Anche i pilastri maiolicati, con scuri capitelli di pietra chiamati, , atti a sorreggere effettivamente l'incastro delle pergole, unica parte non maiolicata dei pilastri, son 64 a sezione ottagona senza doversi uniformare al carattere dei pilastri di natura gotica che per evidenti ragioni di funzionalità anche estetica il gusto barocco non l'ha mai permessa. Il chiostro maiolicato grandioso per la vastità ha settantadue pilastri a forma ottagonale. Storia. Page 1 of 8 - List of B&Bs, Inns, Holiday Homes, Holiday Houses, Accommodations and vacation rentals near Chiostro maiolicato di Santa Chiara (Naples), Italy Il chiostro si trova all’interno del complesso di Santa Chiara si trova in Via Santa Chiara, 49/c. data la conformazione delle colonne su cui si è andati ad agire. Chiostro maiolicato Chiostro di San Francesco Chiostro dei Frati Minori Chiostro di Servizio I chiostri di Santa Chiara sono quattro chiostri monumentali di Napoli appartenenti al complesso monastico di Santa Chiara . Il chiostro, risalente al '300 venne modificato da Domenico Antonio Vaccaro che mantenne la struttura gotica dell'edificio e ridisegnò il giardino impreziosendolo di maioliche. Nel centro di Napoli. Se vi spostate con la metro, potete scegliere tra la linea 1 e la linea 2. Chiostro maiolicato di Santa Chiara cosa vedere e come arrivare. 3,110 Posts - See Instagram photos and videos taken at ‘Napoli - Chiostro Maiolicato Di Santa Chiara’ Il chiostro maiolicato grandioso per la vastità ha settantadue pilastri a forma ottagonale. Il chiostro è attraversato da due viali in croce su un piano sollevato rispetto a quello dei portici,[2] completando la grandiosa opera di trasformazione con 64 pilastri maiolicati con figure di fiori e frutta di forma ottagonale. Durante questi interventi le fontane trecentesche, che un tempo abbellivano la chiesa, furono portate all'esterno e una di queste fu completamente circondata da un "mare maiolicato". Il bombardamento aereo del 1943 che distrusse buona parte dei locali della vicina basilica, non riuscì però a deturpare il chiostro delle Clarisse di Santa Chiara e quindi, restando quasi completamente immune all'esplosione, rimane assieme a due cappelle della basilica ed al suo pavimento di Ferdinando Fuga una delle testimonianze barocche del monastero. www.monasterodisantachiara.com. Restaurants near Chiesa di Santa Chiara: (0.00 mi) Taverna Ho La La (0.02 mi) Demeter (0.03 mi) Amir (0.07 mi) EVO 50 - Pizzeria Centro Storico (0.10 mi) Monastero Ristovino; View all restaurants near Chiesa di Santa Chiara on Tripadvisor $ A pervadere tutta quanta l'opera del chiostro di quella organica unità formale il senso di movimento dato dalla forma dei disegni composti dalle mattonelle ritraenti motivi floreali ascendenti dalla base delle facce dei pilastri inclinate in direzione opposta alla spirale. The … Nel ventre della città di Napoli si nasconde un'oasi di pace. Sul lato di servizio del chiostro, a nord, era disposto invece un cimitero, poi scomparso durante i rifacimenti settecenteschi, mentre da questo stesso lato è l'accesso alla scala Santa voluta negli ultimi anni del XVII secolo dalla badessa Teresa Gattola, tra le nobili personalità dell'aristocrazia napoletana attive verso il restauro del chiostro. In questo periodo si diede inizio ad un radicale cambiamento che riguardò tutto il complesso monastico voluto dalla dinastia angioina, con il quale si cancellò tutto il circondario originario composto da edifici religiosi nonché gli interni gotici, a favore di forme artistiche barocche. https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Chiostro_maiolicato&oldid=106186364, Collegamento interprogetto a una categoria di Wikimedia Commons presente ma assente su Wikidata, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Le pareti dei quattro lati del chiostro sono interamente coperte da affreschi seicenteschi raffiguranti Santi, allegorie e scene dell'Antico Testamento. Le colonne, infatti avendo mantenute un carattere essenzialmente primitivo di forma, dunque quadrata, impongono un'esecuzione particolarmente difficile della collocazione in asse della mattonella smaltata, che evidente hanno non poco sofferto per trovar abile svolgimento sul piedistallo, la cui altezza è per organica ricorrenza pari a quella dei sedili, che si alternano ai pilastri ad uso di Canapè. Monastery of St. Clare, 14th cent., in the center of Naples. Il chiostro è opera del 1739 e si deve all'estro creativo di Domenico Antonio Vaccaro.[1]. The authors of the majolica were Donato and Giuseppe Massa. Chiostro maiolicato della Santa Chiara - Majolica Courtyard of the church of Saint Chiara in Naples, is located in the center of the old town. Ogni singola mattonella colorata è lavorata. Santa Chiara era nata per volontà di Roberto d’Angiò e Sancia di Maiorca, la sua seconda moglie. Tra le aiuole ci sono due fontane con fondo maiolicato, una delle quali è ornata da quattro sculture di leoni del XIV secolo.[2]. Napoli, monastero di Santa Chiara, chiostro maiolicato (Domenico Antonio Vaccaro, 1739) L'artista infatti rivestì tutta la struttura composta da 64 pilastri di 30.000 mattonelle maiolicate in stile barocco. Alle pareti sono presenti cicli di affreschi barocchi di ignoto autore su Storie francescane,[2] mentre sul lato interno del porticato vi sono muretti decorati da riggiole con paesaggi. L'opera di ammodernamento fu resa possibile anche attraverso le donazioni di famiglie aristocratiche e quindi grazie soprattutto all'intervento della badessa Ippolita di Carmignano, grazie alla quale, per sua volontà, fu creata una maggiore apertura verso l'esterno in modo tale che la nuova struttura rompesse l'austerità del vicino tempio gotico, rendendo dunque gli spazi più armoniosi e fondendo architettura e natura così da confondere gli ospiti. Guida con foto al chiostro maiolicato del monastero di Santa Chiara. Santa Chiara era nata per volontà di Roberto d’Angiò e Sancia di Maiorca, la sua seconda moglie. I pilastri del chiostro sorreggono un terrazzo caratterizzato dalle celle, mentre, al secondo piano un ulteriore terrazzo fungeva da "luogo di delizie", soprattutto perché si aveva una visuale della città e si scorgeva il mare. All’interno della struttura si può inoltre ammirare un Museo che conserva alcuni tesori che sono stati salvati daal bombardamento del 1943, uno stabilimento termale romano del I sec d.C. e un tradizionale presepe con pastori del Settecento e dell’Ottocento. Nel cuore del centro storico napoletano sorge l’antico Complesso Monumentale di Santa Chiara. Il chiostro maiolicato o il chiostro delle Clarisse è uno dei quattro chiostri monumentali del monastero di Santa Chiara di Napoli, tra le architetture ed espressioni artistiche più celebri e note della città. Santa Chiara, Napoli, Italy (19/10/2010) Il Chiostro Maiolicato Anche il chiostro è stato trasformato in epoca barocca ad opera di Domenico Antonio Vaccaro nel 1742, il ridente e ampio giardino è in rilevato rispetto alla base del chiostro stesso ed ornato da finissime maioliche che rivestono anche i sedili in muratura dei viali.Gli archi e i pilastri sono di epoca trecentesca. I pilastri maiolicati sono collegati tra loro da sedili sui quali, con la stessa tecnica, sono rappresentate scene tratte dalla vita quotidiana dell’epoca.